Un nuovo viaggio sulle note del Gipsy Jazz Napoletano.
Lo scrittore Guy De Maupassant sostiene che “il viaggio è una specie di porta attraverso la quale si esce dalla realtà come per penetrare in una realtà inesplorata che sembra un sogno”.
Così grazie a Mario Romano, che suonerà la chitarra classica, Luigi Esposito al pianoforte, Ciro Imperato al basso ed Emiliano Barrella alla batteria, sarà possibile intraprendere questo doppio viaggio alla scoperta del jazz partenopeo, che “impasta” jazz manouche, dalla musicalità girovaga, e sonorità made in Naples, abbinato ad un tour alla scoperta delle vicissitudini e dei tesori conservati tra le stanze e nel giardino pensile di Palazzo Venezia.
21 novembre a palazzo VeneziaNel viaggio sonoro che si intraprenderà con la band partenopea capitanata da Mario Romano troveranno spazio il vociare e le nenie dei vicoli di Napoli e del suo cuore pulsante, le percussioni africane, la dolce malinconia trasportata dai petali di lavanda delle campagne provenzali, i movimenti fluidi e ricchi di energia brasiliani. Ed ancora la coralità dei villaggi della Mittleuropa.
Un jazz partenopeo nutrito di talento, impegno e sacrifici, quelli di chi non si arrende e continua la sua battaglia in nome della cultura e della resistenza culturale, grato dell’eredità e degli insegnamenti dei grandi maestri del passato e del presente, ma senza rinunciare alla sua  identità ed al suo “tocco personale” , un po’ in controtendenza e fuori dalle logiche dii un business ad oltranza.

LA FORMULA DELLA SERATA

La serata prevede una visita guidata a Palazzo Venezia, riportato a nuova vita grazie all’impegno di Gennaro Buccino, ed un gustoso aperitivo per accompagnare ed assaporare ancor di più questo “valzer” di note. Questo viaggi, tra l’interno delle proprie emozioni evocate dai ritmi, e l’esterno, rappresentato dalle sale ed il giardino pensile di Palazzo Venezia.

Caratteristica è la Casina Pompeiana, aggiunta alla struttura in epoca neoclassica, ispirata allo stile pompeiano antico.

Suggestivo anche il giardino pensile. I giardini ospitano una piccola cappella denominata “grotta della Madonnina”. Essa ha sua particolare struttura, con soffitto “a cielo e stelle” di un intenso colore celeste brillante, che l’hanno resa, in un passato ormai lontano, un luogo particolarmente adatto al raccoglimento ed alla preghiera.

Il contributo organizzativo è di 12 euro.

Ed ora qualche gustosa sorsata di Neapolitan gipsy jazz:

https://www.youtube.com/watch?v=Ka4-zCjSW6U&feature=youtu.be (Vesuvia)

https://www.youtube.com/watch?v=rgLZqan66ek&feature=youtu.be (Cammen)

https://www.youtube.com/watch?v=uoWB12rZaGQ (Le 4 giornate di Napoli)

Per maggiori informazioni e prenotazioni è possibile telefonare al 3404893836 o mandare una mail a quartierijazz@live.it. O rivolgersi a Palazzo Venezia allo 0815528739 o via mail all’indirizzo palazzovenezianapoli@gmail.com

“Il presente sito non è un prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare” e per questo non è tenuto alla registrazione presso il tribunale.
Iscriviti alla Newsletter