Sabato 21 novembre, a partire dalle 22.30 (e si continua fino alle 6.00), il Moses Live Club in collaborazione con Scatology/Event apre le porte a A Guy Called Gerald, alias Gerald Simpson, protagonista dell’acid house music di Manchester. Con lui, al mix si alterneranno Calemma e Ssigilli.
In lui scorre il ritmo appreso dai suoi genitori nati in Giamaica, che per far divertire il loro bimbo durante i lunghi viaggi in treno suonavano quegli strumenti che poi sarebbero diventati “gli attrezzi del suo mestiere”.
a guy called gerald 2
Ecco perché, ripudiando il digitale, sempre più pervasivo in ogni forma di comunicazione, Gerald Simpson, alias A Guy called Gerald resta follemente e fieramente innamorato dell’analogico, dove conta la maestria di chi sa dove “mettere le mani”, per creare innovazione, per suonare con originalità.
Conoscere un personaggio come Gerald Simpson, precursore di una corrente musicale, è un
vero onore perchè “ti  incontri e ti scontri” con un pezzo della musica europea e mondiale, uno dei primi dj  a sperimentare le variazioni di bassi che hanno dato vita alla jungle e alla drum’n’bass.
Il pubblico lo consacra come un vero e proprio punto di riferimento sul finire degli ’80 con il brano Woodoo Ray.
Un ritmo indipendente, originale, a tratti irriverente ed irrispettoso, che vuole far cadere le maschere e opporsi alle sovrastrutture sociali ed alle convenzioni, per ricordarci che prima di essere un ruolo, un mestiere, un dovere, siamo persone a 360 gradi.
E quale modo migliore per ricordarlo, che abbandonarsi alla musica e far fluire libera l’energia vitale nel nostro corpo? Muoviti Muoviti, è il caso di dirlo!!
Una serata da “mito” con una quota di partecipazione davvero accessibile: 10 euro
Per avere maggiori informazioni é possibile rivolgersi al 3336194063
Per rimanere aggiornati seguite la pagina Facebook: https://www.facebook.com/MosesLiveClub?fref=ts
“Il presente sito non è un prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare” e per questo non è tenuto alla registrazione presso il tribunale.
Iscriviti alla Newsletter