Napoli – Nell’ambito della rassegna Estate a Napoli, mercoledì 16 settembre a partire dalle 21.30 il Maschio Angioino si trasforma in un luogo dell’anima, oltre che fisico, dove vivere momenti sospesi tra sogno e realtà.

A condurre su questo confine onirico le note delle canzoni del cantautore partenopeo e polistrumentista Lino Blandizzi in concerto con I Cirque des Rêves, Un viaggio per mescolare nuove energie, creare scambi di emozioni e dar vita all’incontro tra l’intensa canzone d’autore di Blandizzi e il folk pop internazionale del Cirque des Réves. Impegno, entusiasmo, emozione, professionalità e la voglia di dare gioia e divertirsi: questi gli ingredienti di una serata che promette di regalare agli spettatori uno spettacolo nello spettacolo. Il noto cantautore, con lo stesso spirito di un bambino davanti alla magia del circo, nel precedente album “Il mondo sul filo” aveva evocato nel suo brano “Funambola” un’equilibrista che cammina sul filo lasciando sempre tutti col fiato sospeso. Quello stesso senso di “ignoto” e incanto, ma anche di “apnea” in mezzo a mille accadimenti, che la vita stessa sa riservare. Magica sospensione dunque… La stessa che Blandizzi ricreerà con l’intervento di tanti artisti come Scacco Matto e Magda D’Angelo e le suggestive coreografie di Zeno. La band Cirque des Rêves, nata nel 2013, è composta da Lisa Starnini (voce), Giovanni Ilardo (chitarre), Giovanni Bruno (pianoforte), Corrado Calignano (basso), Alfredo “Edo” Notarloberti (violino) e Alessio Sica (batteria, percussioni e glockenspiel). Una band che amalgama diverse culture musicali: da un lato la tradizione folk nordeuropea celtica e dall’altro le radici delle sonorità mediterranee. Da un mese ha finito le registrazioni di “Mirabilia” (album che uscirà il prossimo autunno) prodotto da Maartin Allcock. Con Blandizzi e Cirque de Rêves nasce una serata che promette di trasportare gli spettatori in un universo parallelo, animato da suoni, colori, ritmi ed acrobazie di note che trovano un riconoscimento di anime affini. Le voci di una Napoli che sa accogliere, comprendere, integrare, all’insegna del dialogo, ma che a volte si lascia avvolgere dai suoni stridenti della paura del futuro. Tutte queste emozioni e sensazioni trovano spazio, espressione, dimora, nella musica. Diventano centro di gravità che attira a sé diversi ritmi, cifre stilistiche e generi diversi. Si trasformano in un suono vibrante, Un’alchimia, un amalgama all’insegna del dialogo, del confronto e dello scambio di suggestioni, da cui non può che nascere l’incanto.

Musica al tramonto

Info e biglietti

Per maggiori informazioni è possibile mandare una mail a info@cirquedesreves.it. I biglietti sono

in prevendita in tutti i negozi del circuito ticketonline ( come ad esempio Feltrinelli, Boxoffice, Concerteria) oppure online su www.azzurroservice.net.

I siti degli artisti: www.blandizzi.com, www.cirquedesreves.it

Brevi biografie artistiche

Blandizzi ha 6 album all’attivo. Molti riconoscimenti, concerti e partecipazioni a trasmissioni televisive. Tra le sue tante composizioni, ricordiamo l’intenso duetto con Sergio Bruni e quello con il bluesman statunitense Dirk Hamilton. Tanti i temi etici al centro del percorso artistico blandizziano: dal grido contro la violenza alle donne con “Vieni donna del Sud”, alla lotta per la salvaguardia dell’acqua pubblica, i vari laboratori nelle scuole e nel carcere femminile di Pozzuoli. Il brano “Abbiccì” pubblicato anche come singolo in versione CD – DVD, divenuto poi strumento di iniziativa pedagogica nelle scuole (oltre che sigla dei programmi di Rai Due “Nord, Sud, Ovest, Est” e “Sicuri di notte”). Da qualche anno Blandizzi sta consolidando sempre di più la propensione a dare note alla poesia d’autore come ha fatto con i versi di Luigi Compagnone, Eduardo De Filippo, Anna Maria Ortese. Attualmente è in studio di registrazione per il suo nuovo lavoro discografico in uscita a Novembre.

La band Cirque des Rêves, nata nel 2013, è ai dischi di partenza con il lavoro discografico Mirabilia, la cui uscita è in programma per l’autunno, prodotto da Maartin Allcock (Cat Stevens, Fairport Convention, Jethro Tull e musicista per artisti come Robert Plant) che vede importanti featuring con Paul Saunders (Robert Plant, Jimmy Page), Sarah Smith (Cat Stevens, Frank Vignola), Phil Cunningham (James Taylor e MBE dalla Regina Elisabetta) e Ondanueve String Quartet (Chick Corea). L’EP uscito ad ottobre 2013 ha smosso molto interesse fra addetti ai lavori e non, è stato venduto non solo in Italia ma anche in Europa e in Messico ricevendo i consigli e gli apprezzamenti di David Richards (co-produttore dei Queen, David Bowie, Roger Taylor, Brian May, Iggy Pop e molti altri).

“Il presente sito non è un prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare” e per questo non è tenuto alla registrazione presso il tribunale.
Iscriviti alla Newsletter